SOPHIE WESTERLIND

Stoccolma, 1985



TOGETHER WE STAND!

30 novembre 2020 - 16 gennaio 2021

Lun-Sab | 11 - 18

Marignana Arte, Marina Bastianello Gallery e Galleria Michela Rizzo presentano Together we stand!, un progetto espositivo nato come reazione alla cancellazione delle fiere, in particolare a seguito del rinvio di ArtVerona 2020. Dal 30 novembre 2020 al 9 gennaio 2021 le tre gallerie presentano gli artisti e le opere originariamente pensati per la manifestazione veronese negli spazi della Galleria Michela Rizzo sull'Isola della Giudecca, offrendo ai collezionisti e al pubblico locali la possibilità di visitare gli stand “fuori fiera”.

“La verità può sì stare in piedi su una gamba, ma con due camminerà e andrà in giro”, diceva Nietzsche; e se la posizione eretta è la maggior conquista dell’evoluzione umana, allora quando parliamo dello stare in piedi stiamo parlando dell’atto più umano tra tutti. Un atto che combina la ricerca della verità, della bellezza, del senso – devo stare in piedi per essere un uomo, per guardare le stelle, per cercare orizzonti – a una forma di resistenza straordinaria: neanche la gravità e il peso dell’atmosfera abbasserà il mio sguardo. C’è tutta la tragicità e la magnificenza della nostra condizione nel semplice “stare in piedi”. Ma lo stare in piedi non sarebbe così nobile se non dovesse lottare continuamente con il rischio della caduta, della stasi, della forza che “butta giù”. Nei drammatici giorni che l’Italia, l’Europa e il resto del mondo stanno vivendo, questo rischio è fortissimo. E quindi ancora più nobile, forte e bello sarà lo sforzo per rialzare gli occhi al cielo.Nata da una necessità pratica, questa esposizione vuole trasformare la caduta imposta dalla contingenza nella dimostrazione che un nuovo slancio è possibile: basta seguire le vie dell’arte, intraprenderle con coraggio, affidarsi a loro. Saranno queste vie a farci rimanere umani e a darci la possibilità di guardare oltre la caduta, oltre questo tempo, oltre la difficoltà dei giorni che ci vorrebbero a terra.

Together we stand! vuole configurarsi come una forma inedita di collaborazione tra le tre gallerie veneziane che uniscono le forze in questa delicata fase storica.Tra gli artisti in mostra, Marignana Arte presenta Giuseppe Adamo, Maurizio Donzelli, Serena Fineschi, Nancy Genn, Silvia Infranco, Giulio Malinverni, Quayola e Verónica Vázquez. Marina Bastianello Gallery esibisce le opere di Matteo Attruia, Antonio Guiotto, Penzo+Fiore e Paolo Pretolani. Infine, Galleria Michela Rizzo espone i lavori di Alessandro Biggio, Lucio Pozzi, Silvano Tessarollo e Sophie Westerlind.

ITA

Sophie Westerlind (Stoccolma, 1985) si è laureata alla Central Saint Martins nel 2011 e ha poi ottenuto un MA al Royal College of Art di Londra nel 2013. Il suo interesse nell’interpretare il linguaggio corporeo e le relazioni interpersonali l’hanno portata all'Accademia di Belle Arti di Venezia (MA 2018) per specializzarsi in anatomia e il potenziale espressivo del corpo umano.

Sophie disegna e dipinge primariamente dal vivo, stimolata dalle esperienze e l’impatto che le persone, gli spazi e le cose hanno su di lei.

È stata artista in residenza all’Ex-Villaggio Eni, Borca di Cadore (2019) a cura di Dolomiti Contemporanee e al cantiere di FINCANTIERI, Porto Marghera,Venice, in collaborazione con Venice Gallerie’s View e Forte Marghera (2020).

Nel 2021 collabora con Fondation Valmont e Giungla Music/Factory Flaws.

Ha avuto la sua prima mostra personale in Italia presso il Museo Diocesano di Belluno-Feltre nel 2019. Lo stesso anno ha esposto al Museo di Antichità di Stoccolma dove ha vinto un premio nazionale per i suoi disegni ispirati da Tintoretto.

Vive e lavora tra Italia e Svezia.

ENG

Sophie Westerlind (b. 1985, Stockholm) received her BA from Central Saint Martins in 2011 and her MA from the Royal College of Art, London, in 2013. Her interest in interpreting body language and interpersonal relationships brought her to the Accademia di Belle Arti di Venezia (MA 2018) in Italy, to specialize in anatomy and the expressive potential of the human body.

She had her first solo exhibition in Italy in 2019 at Museo Diocesano di Belluno-Feltre. The same year she exhibited at the Museum of Antiquitites in Stockholm where she received a national bursary for her drawings inspired by Tintoretto.

Sophie draws and paints mostly from life, stimulated by the experience and the impact that people, spaces and things have on her.

She was artist in residence at the Ex-Eni Village, Borca di Cadore (2019) curated by Dolomiti Contemporanee and at FINCANTIERI’s construction site in Porto Marghera, Venice, in collaboration with Venice Galleries’ View and Forte Marghera (2020).

Collaborations in 2021 include Fondation Valmont and GiunglaMusic/Factory Flaws.

Sophie currently lives and works between Italy and Sweden.